Translate

FOOD & BEVERAGE MANAGEMENT BOOK


Dimensioni (mm) altezza 297 larghezza 210
Formato cartaceo 4°
Numero pagine 502 BN
Numero pagine a colori 2
Carta per interno 100 grammi Bianca FSC
SPESSORE 35 mm
Peso 1.800 g
Legatura
Copertina Cartonata rigida Spessore 2,2 mm con capitello
Copertina plastifica lucida
Allestimento mediante brossura gracata e fresata con colle polimeriche
Titoli in oro

261.553     parole
1.425.904   caratteri
43.825     paragrafi
69.219     righe

SOGGETTO: Economia / Industria / Management

CONTENUTI DEL LIBRO

EMPATIA
IL TUO BRAND?
Il food & beverage manager
L’hotel è suddiviso in dipartimenti (dpt)
SUDDIVISIONE RICAVI/REVEUE PER REPARTI DPT F.&B. & RELATIVI COSTI

Contributo di un allievo

Job description
L’INTERVISTA PER UN POSTO DI LAVORO
COME INTERVISTARE IL CANDIDATO
CURRICULUM VITAE & SELF MARKETING
MOTIVAZIONE
Percentuali & calcolo
SCONTISTICA
ESERCIZI

Metriche_ performance
REVPASH
CALCOLO REVPAR PRESENZE
REVPASF
REVPATH
NET REV PAR
COSTI MESE BKF

Indicatori di redditività
R.O.E.
E.B.I.T.
E.B.I.T.D.A.

Imposta tassa tributo
IMPOSTE DIRETTE E LE IMPOSTE INDIRETTE


I.V.A.
Significato
Imponibile
IMPRESA - AZIENDA – DITTA


BUDGET
FORECAST
CONTROLLO DI GESTIONE (CdG)
ANALYSIS

IL BUDGET È BEN PIÙ DI UNA SEMPLICE PREVISIONE
Bilancio di previsione

Budget GD HTL ROYAL esempio
LA CREAZIONE DI UN BUDGET
MAPPATURA ROOMS DIVISION GD HTL ROYAL BUDGET
POTENTIAL REVENUE ROOMS DIVISION GD HTL ROYAL BUDGET
Presenze / rooms & percentuali
SEGMENTAZIONE DI MERCATO
Revenue /produzione
METRICHE BUDGET ROOMS DIVISION GD HTL ROYAL
BUDGET ROOMS DIVISION GD HTL ROYALCOMMISSIONI %

Termini MKTG
COSTI BUDGET ROOMS DIVISION GD HTL ROYAL
COSTI ROOMS DIVISION DPT
GOAL…YES MAN
CASE HISTORY ROOMS DIVISION DPT
ORGANIGRAMMA & COSTI
PAURA & RABBIA


Budget DPT FOOD & BEVERAGE
REVENUE DPT F&B
STATISTICHE
COSTI BUDGET DPT F&B esempio
COSTI DPT F&B SEGMENTI DI COSTO SUDDIVISI PER REPARTI esempio
FORECAST
COSTI PERSONALE LABOUR COST DPT F&B esempio
ANALYSIS COSTI PERSONALE LABOUR COST DPT F&B esempio
BVG BAR BUDGET esempio
BVG COFFEE + THE-TEA BREAK esempio
BVG BISTROT OPEN SPACE + RST MILANO esempio
FOOD CUCINA RST MILANO esempio
FOOD CUCINA BISTROT “OPEN SPACE” esempio
FOOD CUCINA BNQ esempio
FOOD CUCINA SERVITO AL BAR esempio
FOOD CUCINA ROOM SERVICE esempio
FOOD CUCINA + BVG BREAKFAST esempio
NOLEGGIO BIANCHERIA DPT F&B esempio
MAPPATURA DPT F&B esempio
SCALA DI YORK
P&L Calculation / ANALYSIS GD HTL ROYAL
P&L Calculation REPORT GD HTL ROYAL
B.E.P. ROOMS DIVISION
PRINCIPIO DI PARETO
IL DIAGRAMMA DI PARETO

BAR
INTELLIGHENZIA

Beverage cost cocktail esempio
Figure professionali
Attrezzature
IL MARKETING INTERNO

Termini al bar
LONG DRINKS & INGREDIENTI
COCKTAIL & INGREDIENTI

Porzionature
TASSO ALCOLICO & PORZIONATURE
IRISH COFFEE

Dove li serviamo

Birra
BIRRA E DIETA: CONTIAMO LE CALORIE
Il malto: cereali germinati in acqua e poi essiccati e torrefatti.
Il lievito: bassa e alta fermentazione
Il luppolo: il gusto piacevolmente amarognolo della birra
L’acqua: non tutte sono uguali per produrre buona birra.
Dal malto alla birra: un procedimento pressoché uguale da sempre
Composizione nutrizionale
Contenuto calorico
Birre & calcoli

Classificazione
STYLE & TERMINI

Scheda controllo gestione
PROCEDURA E INSERIMENTO CALCOLO REDDITIVITA’ CONTROLLO AMERICAN BAR CAFFETTERIA
SCHEDA INVENTARIO MAGAZZINO BAR

Curiosità
Fisica e macinatura del caffè
Organizzi degustazioni? Prepara un contrattino
ICE

Carta distillati e acqueviti
ACQUEVITI DI FRUTTA
ACQUEVITI DI VINACCIA
DISTILLATI DI MELE
DISTILLATI DI VINO
LIQUORI VARI AMARO D'ERBE
RHUM RON RUM
DISTILLATI E ACQUEVITI


CARTA DEI TÈ
CARTA DELLE TISANE INFUSI
CARTA DEI CAFFE’
CARTA DEGLI ORZI

AUTOSTIMA & COMPETENZA


CUCINA
Chef di cucina profilo professionale
LA CUCINA SOLITAMENTE È SUDDIVISA IN PARTITE:

Food cost
SCHEDE FOOD COST
CALCOLO COSTO SCATOLAME
MARKETING FOOD BVG E PREZZI DI VENDITA
SCARTI E PERDITE DI PESO

Brainstorming
Breakthrough

Organizzazione cucina & logistica
Tipologia di cucina
Controllo della merce
Funzione dei singoli locali
Progettazione
PENTOLE: & MATERIALI
CUCINA SENZA GLUTINE
PERDITE MEDIE DI ALCUNE VITAMINE IN SEGUITO A COTTURA (%)
PERDITE PERCENTUALI DI VITAMINA C RISPETTO AL TRATTAMENTO DI COTTURA
COTTURE & PERDITE DI PROTEINE
LE VITAMINE
VITAMINE IDROSOLUBILI SOLUBILI IN ACQUA
VITAMINA B2: RIBOFLAVINA

Alimenti & conservazione
MICRORGANISMI
I PICCOLI SEGRETI DELLA COTTURA
A VOLTE È CAPITATO DI RITROVARE SAPORI ED ODORI SGRADEVOLI IN CIBI
SICUREZZA ALIMENTARE
UOVO

Fisica & chimica
Atomi
Tavola periodica
Il peso e il numero atomico
I legami chimici
Il legame ionico
Il legame covalente
Il legame metallico
Le reazioni chimiche
I metalli
I non metalli
I composti chimici
Acidi e basi

STILI DI LEADERSHIP
GLOSSARIO
ALCUNE FAMIGLIE DI SALI
L’ALCHIMIA
LA SCOPERTA DEGLI ACIDI
LE SOSTANZE BASICHE
IL SALE COMUNE
MICROCRISTALLI
PERCHÉ L’ABBATTITORE: VANTAGGI = RISPARMIO DI TEMPO
CONGELAMENTO
MONTARE GLI ALBUMI A NEVE
ACQUA E SALE
CACAO & LAVORAZIONI
LE SPEZIE E GLI AROMI
DOLCE & SALATO
I FUNGHI VELENOSI
CONDIMENTI
CALORIE & CALCOLI

CUCINE ETNICHE
KOSHER:

LOCALI ETNICI
La musica riveste una nota di accoglienza importantissima.
Cucina Giapponese
Cucina Cinese
Cucina Coreana
Cucina Pachistana
Cucina Indiana
Cucina Thailandese
Cucina Afghana
Cucina Siriana
Cucina Araba
Cucina del Madagascar
Cucina del Marocco
Cucina di Zanzibar
Cucina Peruviana
Cucina Colombiana
Cucina Messicana
Cucina del Guatemala

ANALISI SENSORIALE
CURIOSO
Com’è nata la toque blanche?
IL RISO VENERE
COME SONO NATI I RISTORANTI
I LATINI DICEVANO “IEIUNARE” L’ETIMOLOGIA È INCERTA
LA NATURA MORTA DI CUCINE: DALLA PREGNANTE CONCRETEZZA DEI SENSI AL SOGNO
SCOPERTA L’AREA CEREBRALE RESPONSABILE DELL’ABUSO DI CIBO

MENU PERIODICI IN ALBERGO
CARTA BUFFET INSALATE SEMPLICI & COMPOSTE
CARTA DEI CONTORNI
CARTA DELLE UOVA
CARTA DEI BURRI COMPOSTI
CARTA DEL PANE

GOURMET & GOURMAND
CARTA DESSERT
CARTA FORMAGGI ITALIANI
CARTA FORMAGGI MONDO
CARTA DEI SALI
COMPOSIZIONE CHIMICA OLIO OLIVA
CARTA OLII EXTRA VERGINE D’OLIVA ITALY
CARTA DEGLI OLII EXTRA VERGINE D’OLIVA SPAGNA


REQUISITI STRUTTURALI RISTORANTE
R.E.I.
PROGETTAZIONE AUTOCAD SPAZI MISURE CUCINA LAY OUT DISPOSIZIONE SERVIZI

Il manuale e interpretazione
LA COMUNICAZIONE DEL MANUALE AL PERSONALE NEOASSUNTO
IL FORMATO DEL MANUALE E I SUOI CONTENUTI
LA POLITICA QUALITÀ DELL’AZIENDA
IL RESPONSABILE DEL "QUALITY ASSURANCE “
DISTRIBUZIONI CONTROLLATE E NON CONTROLLATE
LE LINEE GUIDA DEL SISTEMA
UN TIPICO INDICE DI LINEE GUIDA POTREBBE ESSERE:
INDICE DELLE PROCEDURE

Metodi comportamentali
COME PROPORSI AL CLIENTE
COSA EVITARE
PRESENTAZIONE ED ORDINE GENERALE
ASPETTO ESTERIORE
UOMINI
DONNE
NORME


Manuale di procedure cucina
LA QUALITÀ DEGLI ALIMENTI
LA CONSERVAZIONE DEGLI ALIMENTI
NORME GENERALI esempio
OPERAZIONE "MANI PULITE"
NORME D’IGIENE - IGIENE NEI LOCALI
CUCINA
ECONOMATO/MAGAZZINI
TOILETTE DEL PERSONALE
IGIENE DEI PRODOTTI ALIMENTARI
RISPETTARE LE SEGUENTI TEMPERATURE PER UNA CORRETTA CONSERVAZIONE DEI CIBI:
MOLTIPLICAZIONE BATTERICA

Tossinfezioni
BOTULINO
SALMONELLA
STAFILO-COCCO (AUREO)
IGIENE E SICUREZZA
BATTERI
FRIGGITRICE – esempio
GRADO DI BRUCIATURA DEI GRASSI – PUNTO DI FUMO
IGIENE DEGLI UTENSILI E MACCHINE


Acquisti & controlli
INVENTARIO E MAGAZZINO
MODULO CARICO / SCARICO MAGAZZINO
LE RIMANENZE DI MAGAZZINO: ASPETTI OPERATIVI E CONTABILI
ELEMENTI COSTITUTIVI DELLE RIMANENZE
CONTROLLO E GESTIONE MAGAZZINI
RIFERIMENTI CUCCHIAINO
RIFERIMENTI CUCCHIAIO
RIFERIMENTI LIQUIDI


UNITÀ DI MISURA SISTEMA INTERNAZIONALE
ESEMPIO CALCOLO INVENTARIO E PRODUZIONE FOOD & BEVERAGE
ESEMPIO INVENTARIO MAGAZZINO CUCINA
MODULO GRAMMATURE STANDARD PORZIONI esempio
IL CONFEZIONAMENTO DEI PRODOTTI
L’ARTE DI SCONGELARE
IL "FRESCO CONFEZIONATO"
METODI DI PULIZIA
SCALA DEL PH
SCHEDE TECNICHE PRODOTTI DI PULIZIA esempio
SCHEDE TECNICHE H.A.C.C.P. LOCALI E AREE DEL RISTORANTE esempio

BREAKFAST
IL SERVIZIO BREAKFAST IN ALBERGO
BUFFET UNICO
LE UOVA AL BREAKFAST
YOGURT
BREAKFAST ELENCO FOOD & BEVERAGE
MENU DIETETICI PER BEAUTY FARM
MENU SETTIMANALE
QUANTO CIBO ? kCal


MANUALE DI PROCEDURE BKF
AL TAVOLO O AL BUFFET
LA CLIENTELA
ALLESTIMENTO DEL BUFFET
MISE EN PLACE DEI TAVOLI
PRIMA COLAZIONE IN CAMERA
COMPOSIZIONE DEL BREAKFAST
SET-UP SERVIZIO BREAKFAST
ELENCO FOOD & BEVERAGE
ANALYSIS BREAKFAST COSTI RICAVI  esempio

SALA RISTORANTE
ACCOGLIENZA PSICOLOGIA IN SALA RISTORANTE
LA CONVERSAZIONE
IL CLIENTE SGARBATO
PICCOLE ATTENZIONI PER IL "MIO" OSPITE
CONTROLLO CONTINUO DELLO STILE DI SERVIZIO
L’ELEGANZA DEL GESTO È ESSENZIALE PER IMPREZIOSIRE LA VENDITA
IL MOMENTO PSICOLOGICO DEL CONTO AL CLIENTE
JOB DESCRIPTION
BRIGATA DI SALA
PRIMO MAÎTRE D'HOTEL O DIRETTORE DEL RISTORANTE
BANQUETING MANAGER
SECONDO MAÎTRE D'HÔTEL
TERZO MAÎTRE D’HOTEL
MAÎTRE DE RANG
CHEF DE RANG
CHEF TRANCHEUR
COMMIS DE RANG
PRIMO MAÎTRE D'ÉTAGE
CHEF D'ÉTAGE
COMMIS D'ÉTAGE AFFIANCA LO CHEF D'ÉTAGE

CONTORNO – DECORAZIONE - GUARNIZIONE
SERVIZI IN SALA RISTORANTE


Sommelier
DECANTER ? – GLACETTE ? – SEAU A GLACE?
SERVIZIO
LA DEGUSTAZIONE PROFESSIONALE
AMBIENTE
STRUMENTI
FASI DEGUSTAZIONE
L’ANALISI VISIVA
LIMPIDEZZA
INTENSITÀ
COLORE

L’ANALISI OLFATTIVA
INTENSITÀ
CARATTERISTICHE AROMATICHE

L’ANALISI GUSTATIVA
Dolcezza
Acidità
Tannini
Alcool
Corpo
Intensità dei profumi
Caratteristiche dei profumi
Struttura
Persistenza
Qualità


AROMI E PROFUMI PRIMARI
AROMI E PROFUMI SECONDARI
AROMI E PROFUMI TERZIARI

Manuale procedure sommelier
LAY-OUT
STRUTTURA

ATTREZZI DEL MESTIERE

COME APRIRE UNA BOTTIGLIA DI SPUMANTE
DECANTARE O SCARAFFARE
COME SERVIRE IL VINO
ORDINE DI SERVIZIO
TEMPERATURA DI SERVIZIO DEL VINO
IL SERVIZIO DI ALTRE BEVANDE
LA CANTINA
LA BOTTIGLIA
IL TAPPO
TAPPO COMPOSTO
TAPPO AGGLOMERATO
TAPPO SINTETICO
TAPPO A VITE
TAPPO CORONA

DIFETTI DEL VINO

ENOLOGIA
VITIGNI. COSA S’INTENDE PER VITIGNO AUTOCTONO?
IN COSA CONSISTE LA VERNACOLIZZAZIONE?
ESEMPIO: AGLIANICO SINONIMI ACCERTATI E PRESUNTI
L’APPARTENENZA DI UN VITIGNO AD UNA “ FAMIGLIA” È INDICE DELLA SUA ORIGINE?
COS’È L’AMPELOGRAFIA?
QUALI SONO I PRINCIPALI METODI DI DESCRIZIONE AMPELOGRAFICA?
METODI MORFO-DESCRITTIVI
METODI CHEMIO-TASSONOMICI
ANALISI DEL D.N.A.
pH
GLI EFFETTI DEL PH NEL VINO SONO:
CHIARIFICHE


Benchmarking


GLOSSARIO VINI
WINE

Beverage cost esempio
ATTINENZE TRA CIBI E COLORI

Carta vini esempio
VINI BIANCHI
VINI ROSSI

Carta acque minerali

Menu carte & liste
LA CARTA MENU
LE FASI DEL VENDERE NELLA SUCCESSIONE LOGICA DEI TEMPI
COME SI PRESENTA LA SALA RISTORANTE?
IL LOCALE RIESCE A DARE UN “ATMOSFERA” FAVOREVOLE?
DEFINIZIONE DELL'AMBIENTE IN RELAZIONE AL MENU
PROGETTAZIONE DELLA CARTA MENU
IL LINGUAGGIO DELLE LISTE
CHIAREZZA NEL LINGUAGGIO
DENOMINAZIONE DELLE PORTATE
MISE EN PLACE


Manuale di procedure SALA RISTORANTE
Procedure di servizio del personale di sala ristorante
Durante il servizio:
Fine servizio:
Comande
Conservare le merci stoccate:
Accogliere l’ospite a partire dal n° di posti ristorante pronti per clienti prenotati e walk-in:


Ricette per flambèe
TAGLIOLINI AL SALMONE
FILETTI DI SOGLIOLA ALLA PROVENZALE
SCAMPI AL CURRY
FILETTO STROGONOFF
FILETTO AL PEPE VERDE

LA CHIMICA DEL FLAMBÈE

CATERING & BANQUETING
PRINCIPALI OCCASIONI DI ATTIVITÀ DI BANQUETING:
LE PRINCIPALI FASI DEL SERVIZIO DI BANQUETING
STUDIO DEL PIANO OPERATIVO
REALIZZAZIONE DEL SERVIZIO
SMANTELLAMENTO
VALUTAZIONI FINALI
SCHEDA PROGETTAZIONE FATTIBILITÀ PRODUZIONE BNQ
SCHEDA VALUTAZIONE MARKETING HÔTEL

Spazi: circonferenze & diametri
ALLESTIMENTO SALA BNQ SPAZI: CIRCONFERENZE & DIAMETRI

Manuale procedure BNQ
IL BUFFET
Esempio BROCHURE BANCHETTI
PROPOSTE MENU BANCHETTO

Ordine di servizio esempio

Revenue cost bnq
PROCEDURE INSERIMENTO E SVILUPPO BANCHETTISTICA


Esempio Contratto
CAPARRA CONFIRMATORIA


ROOM SERVICE & MINIBAR
PROFIT & LOSS STATEMENT
PROCEDURE MINIBAR esempio
PROCEDURA SET-UP
PROCEDURE PER L’APPROVVIGIONAMENTO DEI PRODOTTI
STOCCAGGIO, CONTROLLO E SMALTIMENTO PRODOTTI NEI MAGAZZINI
PROCEDURE PER IL REFILL DEI MINIBAR NELLE CAMERE
GESTIONE DEI PRODOTTI IN SCADENZA
GESTIONE DEL MINIBAR TRA FRONT OFFICE E HOUSEKEEPING
SERVICE DUTIES MORNING SHIFT 6:30-15:00
INTRODUZIONE ALLE TECNICHE TELEFONICHE
AVANTI TUTTA



Traduttore gastronomico culinario
ANTIPASTI APPETIZERS HORS D'HOEUVRE ENTREMESES VORSPEISEN
CARNI FREDDE COLD MEATS VIANDES FROIDES FIAMBERS KALTER FLEISCHAUFSCHNITT
TARTELLETTE TARTLETS TARTELETTES TARTALETAS TÖRTCHEN
MINESTRE SOUPS POTAGES SOPAS SUPPEN
PASTA E RISO PASTA & RICE PÂTES ET RIZ PASTA Y ARROZ NUDELN UND REIS
PESCE FISH MAIN COURSES
CARNE MEAT MAIN COURSES
DOLCI SWEETS DESSERTS POSTRES  SÜB SPEISEN
VERDURE VEGETABLES LÉGUMES VERDURAS GEMÜSE
VEGETABLE PREPARATION
FRUTTA FRUIT FRUITS FRUTAS OBST
COLD CUTS
EGGS
BURRI E SALSE BUTTER & SAUCES BEURRES ET SAUCES MANTEQUILLAS Y SALSAS BUTTER UND SAUCEN
SALSE SAUCES ET SAUCES SALSAS SAUCEN
ERBE SPEZIE AROMI AROMATIC HERBS & SPICES FINES HERBES, ÈPICES ET AROMATES HIERBAS, ESPECIAS Y AROMAS KRÄUTER UND GEWÜRZE
ALTRI INGREDIENTI ADDITIONAL COOK'S INGREDIENTS AUTRES INGRÈDIENTS OTROS INGREDIENTES WEITERE ZUTATEN
BEVANDE BEVERAGES BOISSONS BEBIDAS GETRÄNKE



PERSONALE & MANSIONI
Quadri & livelli
Esempio Busta paga Addetto di 3° LIVELLO RETRIBUZIONE C.C.N.L.
ESEMPIO Busta paga  3° LIVELLO CON SUPERMINIMO DI 560,00 €


Costo azienda
Area Quadri
Politica del personale
SAPER LEGGERE LA BUSTA PAGA
RETRIBUZIONE DIRETTA
RETRIBUZIONE INDIRETTA
Retribuzione differita
Fringe Benefit
Superminimo
Maggiorazioni
Lavoro straordinario
Malattia
Controlli di malattia e le fasce orarie
Contributi previdenziali
Costruzione dell'imponibile contributivo
Imposta fiscale
Costruzione dell’imponibile fiscale
Rimborsi spese per trasferta fuori dal comune sede di lavoro
Trasferte a rimborso misto
Trasferte con rimborso a piè di lista
Rimborso spese per trasferta entro il comune sede di lavoro
Rimborso spese al collaboratore per uso auto propria
Aspetti fiscali dei rimborsi per le spese di trasferta per il lavoratore
Trattamento fiscale delle trasferte
Aspetti fiscali dei rimborsi per le spese di trasferta per l'impresa
La documentazione delle spese
Addizionali Regionali e Comunali
Trattamento di fine rapporto (T.F.R.)
Festività


Stress da lavoro correlato
Effetti dello stress sui lavoratori
Che cos’è lo stress da lavoro correlato?
DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI CHE COS’È?
AZIONI CORRETTIVE QUANDO VANNO PROGRAMMATE?
CHECKLIST INDICATORI STRESS LAVORO CORRELATO
Burnout
Coping:
Distress
Eustress
Fatica
Focus group
Fonti di stress
Procedimenti/sanzioni disciplinari
Mobbing
Processo di coping
R.L.S.
R.S.P.P.
Valutazione cognitiva
Valutazione della percezione soggettive
PIANO SANITARIO

Giudizi


ANALYSIS
Il BILANCIO D’ESERCIZIO
CONTO ECONOMICO (CE).
STATO PATRIMONIALE.
CONTO ECONOMICO D'ESERCIZIO
NOTA INTEGRATIVA
RELAZIONE DI GESTIONE
IL DIRECT COSTING
IL FULL COSTING



Piano dei conti

MEETING & RIUNIONI

Strumenti manageriali

CENTRO CONGRESSI TERMINI

Codice fonetico I.C.A.O.

Fabbisogno economico
FABBISOGNO FINANZIARIO

Budget meeting proposta e calcolo

AUDIT
SCHEDA ANALISI ORGANIZZAZIONE & STAFF
STRUTTURALI

BUSINESS PLAN
LA STRUTTURA DEL BUSINESS PLAN & PRESENTAZIONE SINTETICA DEL PIANO
LA PRESENTAZIONE SINTETICA DEL PIANO RIPORTA:
IL PIANO DI MARKETING
IL PIANO DI VENDITA E IL PIANO DI PRODUZIONE
IL PIANO DEI COSTI GENERALI
IL PIANO DELLE IMMOBILIZZAZIONI
IL FABBISOGNO FINANZIARIO E I FLUSSI DI CASSA & PRESENTAZIONE SINTETICA DEL PIANO
IL CONTO ECONOMICO E LO STATO PATRIMONIALE
COSTI GENERALI E DEL PERSONALE

SCHEDA AUTORE
RINGRAZIAMENTI

MASTER CIPAS



CIPAS™ un successo che continua dal 1991, un paradigma interattivo, una modulazione nella comunicazione senza isolamento. La plusvalenza nel frequentare un Master della CIPAS™ si denota sul programma di lavoro intenso (full immersion), stimolante, partecipativo e di Brainstorming.

Impariamo a lavorare insieme  !!!!!
Lezioni con altissima interazione docente-partecipante, analisi e discussioni scambio culturale e tecnico con case history e la presenza continua di progetti da sviluppare in gruppo in Brand loyalty. L’apporto sistematico dell’allievo concernenti gli interrogativi e il parametrare il proprio lavoro quotidiano apporta al gruppo/team in aula una variegata cronologia di eventi da sviluppare insieme e un’efficace comunicazione dinamica illocutoria,logico-persuasiva.

Il master a differenza della solita logica didattica risponde ad esigenze immediate da apportare nella propria azienda. Si è scelto la formula di un giorno alla settimana di lezione, proprio per poter elaborare nella propria azienda ciò che si è appreso in aula. Sono gli allievi/discenti a calendarizzare i giorni delle lezioni con il loro enneagramma.

La visione formativa CIPAS™ rientra in un’arricchimento umano/sociale prima che tecnico, Human relations.
La tua mappa semplificata della struttura psichica che verifica nell’apprendimento i punti forti e deboli per attraversare quel ponte d’incertezze.
La pratica della sintassi, semantica, pragmatica sono il pane quotidiano per un eccellente apprendimento.

Parlando in algebrico definirei l’approcio della trasmissione dei simboli come un problema “tecnico”  
che riguarda il grado di esattezza con cui si possono trasmettere i simboli della comunicazione con una miscellanea di trasmissione del significato: un problema “semantico” che riguarda il grado di precisione con cui i simboli trasmessi trasferiscono il significato desiderato e per terminare, l’induzione di un comportamento come un problema “funzionale” riguardante il grado di efficacia con cui il significato, giunto al destinatario, induce un comportamento nel senso desiderato dalla sorgente……ai posteri l’ardua sentenza….

Prepariamo uomini, no Yes Men.

” Face to face ” e ” L’equilibrio tra Vita Professionale e Privata come leva per incentivare la Risorsa Umana.
La piramide rovesciata è la nostra filosofia, pertanto il direttore/manager,è colui che si caricherà del maggior peso di responsabilità, competenza, costo,ricavo, in’ottica di crescita sociale. 

Sono adottate per l’apprendimento tecniche di PNL,semiotica, linguaggio del corpo ed altro ancora strategicamente rivolto al miglior apprendimento per un miglior uomo…..  La qualità è una realtà indiscutibile, il business ne è la causa. Un modello formativo vincente orientato allo sviluppo equilibrato delle competenze legate alla gestione aziendale e delle capacità individuali richieste dal mondo del lavoro (teamworking,Concept test, project management );

In tutti i Master come basilarità di studio apporteremo Advertising budget, Audience composition,tecniche di Banded deal,Copy strategy, P & L.  E’ necessario quindi che il manager s’impadronisca delle conoscenze indispensabili per rendere congruenti gli obiettivi strategici dell’impresa e gli strumenti operativi per effettivamente dirigere,long-range planning.

In effetti si tratta di perfezionare le tecniche e le metodologie per il Market orientation Identificare in maniera accurata e completa la mission dell’impresa; controllare e motivare in maniera efficace le risorse umane; guidare l’impresa verso i suoi obiettivi ; decidere in che misura centralizzare o decentralizzare il controllo; imparare a riconoscere in modo effettivo o reale le competenze ed il potenziale dell’impresa.

STRATEGIC HOTEL MASTER





Master S.H.M. Strategic hospitality management

Management skills
Best practice
Quantity and quality
Hospitality industry
Solve problems
Design, plan and execute hospitality

Analyze, critique current hotel operations
Methods of implementation of quality
Evaluate performance
Case studies hospitality industry

HOTEL DIRECTOR



Tutte le verità passano attraverso tre stadi. Primo: vengono ridicolizzate, secondo: vengono violentemente contestate, terzo: vengono accettate dandole come evidenti.